Prezzo per persona a partire da
435 €
Tel. 030.2410977
Sintesi:
Nome: i borghi d'Abuzzo e il Lago di Scanno
Area geografica: Italia, Abruzzo
Durata: 5 giorni
Tema: Tour enogastronomico
Codice Tour: IT55845
La quota include:

La quota comprende:

  • Viaggio in pullman Gran Turismo
  • 1 cocktail di benvenuto
  • 1 pensione completa e 3 mezze pensioni in hotel
  • Sistemazione in hotel a Scanno o dintorni in camere doppie con servizi
  • 1 pranzo in ristorante in baita a Scanno con menù tipico locale
  • 1 pranzo in ristorante a Sulmona o a Pescocostanzo con menù tipico locale
  • 1 pranzo in ristorante ad Anversa o dintorni con menù tipico locale
  • 1 pranzo in ristorante a Pescasseroli o dintorni con menù tipico locale
  • 1 degustazione dei famosi mostaccioli, dolce tipico di Scanno, presso la pasticceria «Pan dell’Orso»
  • 1 degustazione dei dolci tipici al forno «Pane dolci e fantasia»
  • 1 degustazione dei dolci tipici del posto presso la pasticceria «Delizia degli Elfi»
  • IVA
  • 1 GRATUITÀ IN DOPPIA OGNI 25 PERSONE PAGANTI
La quota non include:

La quota NON comprende:

  • Extra, bevande, ingressi, pullman, guida e quanto non convenuto
  • Supplemento camera singola
  • Supplemento periodi ponte (a richiesta)
  • Eventuali tasse di soggiorno comunali, a persona, da pagarsi direttamente in hotel.
i borghi d'Abuzzo e il Lago di Scanno
1° giorno: partenza / Frattura Vecchia - Lago di Scanno

Ritrovo dei sig.ti partecipanti in primissima mattinata e parrtenza in pullman. soste lungo il percorso. Arrivo della Vostra comitiva nella tarda mattinata a Scanno, sistemazione in hotel e pranzo. Nel pomeriggio trasferimento a Frattura una breve passeggiata fra la natura ci condurrà a Frattura Vecchia. Avremo modo di tornare indietro nel gennaio del 1915 quando un terribile terremoto devastò Avezzano ed i paesi circostanti. Potremo aggirarci nei vicoli del paese tra edifici ancora fermi alla mattina di quel terribile giorno e case ristrutturate. Un signore del posto aprirà per noi la sua casa ristrutturata e  assaggeremo il pecorino del pastore Livio. Tornando indietro potremo fare due passi nel nuovo paese costruito in epoca fascista da dove avremo modo di guardare dall’alto il Lago di Scanno a forma di cuore. La tappa successiva è proprio il Lago di Scanno, originatosi dalla frana del Monte Genzana,dove visiteremo la caratteristica Chiesetta della Madonna del Lago. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

2° giorno: Bugnara – Sulmona – Pescocostanzo

Prima colazione in hotel. La nostra visita inizierà dal piccolo borgo di Bugnara, primo paese della Conca di Sulmona che si incontra sulla strada Sannita. Il paese si presenta con la classica forma a triangolo dell’Età di Mezzo, con le case di pietra ed i vicoli stretti e ripidi che conducono al Palazzo Ducale della famiglia Di Sangro risalente al XII secolo. Vissiteremo la Chiesa della Madonna del Rosario, teatro architettonico del barocco abruzzese, citata spesso come “una delle più belle chiese della diocesi”. Da qui procederemo verso Sulmona, centro più importante della Valle Peligna. La nostra visita partirà dalla Cattedrale di San Panfilo, proseguiremo lungo l’arteria principale della città, Corso Ovidio, osserveremo il Palazzo dell’Annunziata, ci soffermeremo in piazza XX Settembre per ammirare la statua del poeta Publius Ovidius Naso, a cui la città ha dato i natali. Proseguiremo verso Piazza Garibaldi con il suo Acquedotto svevo, da lì visiteremo la chiesa di Santa Maria della Tomba e Porta Napoli esempio di architettura angioina. Infine non potremo lasciare la città senza aver visitato la fabbrica dei confetti Wiliam di Carlo, dove avremo modo di assaggiare i confetti che hanno dato rinomanza alla città sia in Italia che all’estero. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio percorreremo il Piano delle Cinque Miglia per arrivare a Pescocostanzo, città d’arte degli Appennini. Visiteremo le chiese del paese ricche di opere d’arte del barocco, in particolare Santa Maria del Colle. Maestranze lombarde si insediarono a Pescocostanzo tra il XV e il XVIII secolo dando origine a forme di artigianato artistico come il ferro battuto, ancora oggi presente nel paese, potremo visitare proprio una di queste botteghe. Pescocostanzo è famosa anche per i merletti a tombolo che si distinguono per la particolare complessità e finezza e che osserveremo presso il Museo del Tombolo. La visita si concluderà al forno Pane Dolci e Fantasia dove assaggeremo i dolci tipici. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

3° giorno: Villalago - Eremo di San Domerico – Anversa – Cocullo

Prima colazione in hotel. A 930 m di altezza sorge Villalago, il Borgo tra le acque. Il centro storico disposto ad anfiteatro sul versante orientale del monte Argatone è caratterizzato da suggestivi scorci con gradinate e archi, vicoli e piazzette. Passeggeremo nel paese, soffermandoci nelle chiesette fino a raggiungere la Torre medievale sede del museo e dalla cui altezza si gode di uno splendido panorama sulle Gole del Sagittario. Verremo accompagnati a visitare il vecchio mulino, poco distante dal centro storico. Da qui andremo all’Eremo di San Domenico che si specchia nelle acque di un bacino artificiale creato negli anni ’20 del 1900 con una diga sul fiume Sagittario. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio per arrivare ad Anversa degli Abruzzi percorreremo le affascinanti Gole del Sagittario, scavate dal fiume ononimo, che ha creato un ambiente rimasto inalterato dal tempo. Anversa domina l’ultimo tratto della Gole, è il paese scelto da Gabriele D’Annunzio per ambientare La fiaccola sotto il Moggio. Passeggiando osserveremo i ruderi della torre del Castello Normanno, la chiesa di San Marcello dall’elegante portale tardogotico e nella piazza principale la Chiesa di Santa Maria della Grazie caratterizzata da un ricco portale rinascimentale. Avremo modo di scoprire insieme a Piera, una giovane artigiana del posto, l’antica tradizione delle ceramiche di Anversa di cui abbiamo testimonianza già dal XV secolo. La nostra giornata proseguirà al Bioagriturismo La Porta dei Parchi dove potremo assistere alla lavorazione dei formaggi, soprattutto pecorino e ricotta e se saremo fortunati anche alla mungitura delle pecore. Infine arriveremo a Cocullo il borgo dei serpari. Quando si festeggia il santo patrono la statua di San Domenico viene adornata con serpenti raccolti nei mesi precedenti dagli abitanti del posto. Non potremo non far visita alla mostra permanente La festa di San Domenico Abate e il rito dei serpari. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

4° giorno: Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise - Civitella - Alfedena - Pescasseroli

Prima colazione in hotel. Da Scanno ci dirigeremo verso il Parco Nazionale d’Abruzzo attraverso il valico di Passo Godi posto a 1600 metri di altezza. Il primo paese che incontreremo è Villetta Barrea, dove potremo far visita al Museo della Transumanza per osservare gli oggetti quotidiani della vita del pastore. Da lì fiancheggiando il Lago di Barrea (lago artificiale) arriveremo a Civitella Alfedena segnata dal passaggio del Regio Tratturo che collegava Pescasseroli a Candela. Ci aggireremo per il borgo medievale perfettamente conservato fino all’Area faunistica della lince e del lupo. Potremo passeggiare nella riserva della Camosciara per arrivare attraverso faggeti alla cascata delle Ninfee. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visiteremo Pescasseroli, “capitale” del parco. Nel centro storico osserveremo Palazzo Sipari, dove è nato Benedetto Croce, l’Abazia dei Santi Pietro e Paolo al cui interno è custodita la statua della Madonna nera dell’Incoronata risalente al XIII secolo. Degusteremo i dolci tipici del posto presso la pasticceria Delizia degli Elfi. Chi vorrà potrà visitare il centro visita del parco con annesso il museo. Infine se avremo ancora tempo potremmo passeggiare lungo le vie del paese di Opi, posto sopra una collina a 1250 metri di altitudine. Da qui si aprirà ai nostri occhi un meraviglioso panorama sulla valle sottostante incorniciata dal Monte Morsicano e il Monte Amaro. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

5° giorno: Scanno / rientro

Prima colazione in hotel e visita di Scanno, paese immortalato negli obbiettivi di molti fotografi, tra cui Cartier-Bresson e Giacomelli. Percorreremo la “ciambella”, strada principale del paese, visiteremo le chiese principali, il Museo della Lana e osserveremo i palazzi signorili. Avremo modo di conoscere le molte tradizioni del paese e di incontrare una donnina con il costume tradizionale. Visiteremo l’antico laboratorio orafo Di Rienzo dove viene ancora usata la lavorazione della filigrana. La visita si concluderà degustando i famosi mostaccioli, dolce tipico di Scanno, presso la pasticceria Pan dell’Orso. Pranzo in una baita.

al termine pertenza per il rientro in pullman Gran turismo

Richiedi maggiori informazioni

Compilare il seguente modulo per ricevere una quotazione senza impegno da entrambe le parti; non verrà bloccato nessuno spazio e non verrà fissata nessuna opzione. Si ricorda che i tour presenti sul nostro portale sono riservati a capigruppo ed organizzatori di gruppi PRECOSTITUITI con un minimo di 15 partecipanti. Si prega di non inviare richieste di adesione di viaggiatori individuali.

ORGANIZZATORE / CAPOGRUPPO:
DETTAGLI DEL GRUPPO:
DETTAGLI DEL GRUPPO:
DATA DI PARTENZA:
QUOTARE ANCHE:
NOTE ED EVENTUALI RICHIESTE AGGIUNTIVE: